La Nostra Storia

La nostra storia, comincia intorno alla metà del 1996, in un piccolo spazio con pochi tavoli e con un menu rudimentale. Così in mondo insolito ma con molta voglia e calore funzionò fino alla fine del '99. All'inizio del 2000, cominciò la costruzione, proprio accanto, lo spazio che oggi ospita il ristorante. Però, è rimasto incompiuto quando l'iniziatore ed esecutore del progetto, nostro padre ci ha lasciato improvvisamente. Dopo una pausa di due anni e dopo vari tentativi il nuovo ristorante, Esperia, finalmente ha aperto le sue porte nel Giugno del 2004.

Il nome di Esperia è stato scelto per la sua posizione naturale sulla collina occidentale di Spilea, dove il sole tramonta, ma anche per i tanti simbolismi che ha per noi. Esperia (Greco: Εσπερία), cioè dove il sole tramonta. È, inoltre, il nome di una delle Esperidi, ninfe della sera e del tramonto. Esperia è anche il femminile di Espero, che nella mitologia greca era la personificazione della stella luminosa che arriva all'imbrunire, "le serate" (Greco: Εσπέρα=Sera). Lo consideravano figlio o/e fratello di Atlante. L'Espero è stato il primo a scalare il monte Atlante, per osservare da vicino le stelle. Lì però lo prese una tempesta ed Espero scomparve senza lasciare traccia. Le persone, che lo amavano per la sua bontà, immaginarono che si trasformò in una stella. Nell'Iliade Espero,viene caratterizzato dall'epiteto "callistos", vale a dire la più bella di tutte le stelle del cielo, mentre nell'Odissea con l’epiteto "fantachtos", vale a dire il più luminoso.

Il viaggio verso la nostra luminosità gastronomica prosegue, senza sosta e con gioia, tutti questi anni. Ancora impariamo, proviamo, cerchiamo, scopriamo, creiamo, continuiamo... Tutti insieme continuiamo come sequenza naturale del lavoro e della visione del nostro Padre, la stella luminosa della nostra vita, perso così improvvisamente dalla vita.

"Gli onori e la gloria dei genitori costituiscono un tesoro inestimabile per i figli". Platone